Mastoplastica additiva

Mastoplastica additiva con local-soft

È un intervento chirurgico che si effettua in anestesia locale ed in analgo sedazione non in anestesia generale laddove lo stato di salute della paziente lo consentano, con ricovero di qualche ora in regime ambulatoriale in regime di one day surgery con ricovero di una notte. L´intervento della durata di circa 1h e 30 min max 2 h, prevede un’incisione o periareolare quindi nel contesto dell´areola mammaria o sottomammaria in corrispondenza di quel solco che solitamente è individuato dalla banda orizzontale bassa del reggiseno, raramente quella sul cavo ascellare ormai passata quasi in disuso. Praticata l´incisione chirurgica a lama fredda, si procede dopo allo scollamento ed incisioni sottostanti tramite l´ausilio di una radiobisturi , lasciando integri i tessuti e non disturbando la ghiandola mammaria ,che resta ,quindi integra da un punto di visto morfologico e nella sua funzionalità e si passa alla la creazione di una tasca o sottoghiandolare o sottomuscolare per alloggiare le protesi. L´alloggiamento delle protesi in sede sottoghiandolare o sottomuscolare dipende da vari fattori e variabili, quantità di pelle o di ghiandola presenti, qualità della pelle, tono, elasticità e turgore della stessa, habitus della paziente se trattasi di pazienti longitipi normotipi o brachitipi, attività sportiva praticata e se fatta di frequente ed in modo intenso, dalla scelta e orientamento del chirurgo e dal desiderio della paziente stessa. Le protesi allocate in sede sottoghiandolare sono più superficiali, quindi si notano e si apprezzano maggiormente nel loro profilo e nel loro perimetro, non sono consigliate affatto nei soggetti magri e sono più consigliate nei soggetti che praticano intensa e protratta attività sportiva in quanto meno sollecitate e compresse dal muscolo pettorale sovrastante. L´alloggiamento in sede sottomuscolare o retromuscolare parziale invece viene effettuato cola la tecnica " dual plane" vale a dire la porzione superiore delle protesi è coperta dal muscolo Gran Pettorale la porzione inferiore delle protesi è invece a contatto con la cute e ghiandola , in quanto solitamente il muscolo pettorale che si distende a ventaglio con le sue digitazioni fino alla 4/5 costa non riesce a coprire gli impianti più grandi. La tecnica dual plane è quella attualmente più utilizzata e nello stesso tempo permette una fisiologica discesa della protesi verso il basso allorquando con l´età si ha una discesa del cono mammario( pelle e ghiandola mammaria) evitando la cosiddetta "double buble". Le protesi attualmente in commercio sono costituite per la gran parte da Elastomeri di silicone, materiale assolutamente biocompatibile ed istocompatibile differiscono, per la forma anatomiche o rotonde, per la struttura di superficie, lisce o testurizzate, per la composizione, in silicone o in poliuretano, per i diametri, altezza, base e proiezione . La forma anatomica quella più relativamente recente come tempi d´immissione, evidenzia una maggiore pienezza del polo inferiore conferendo al seno stesso rimodellato un aspetto più naturale e sono consigliate nei soggetti con poca copertura di pelle e ghiandola posizionandole in sede sottomuscolare mentre quelle rotonde consentono di riempire maggiormente il polo superiore consentendo una maggiore rotondità del seno rendendolo anche più procace. Il materiale utilizzato è marchio CE e FDA ed è garantito a vita vale dire in caso di contrattura moderata o severa, nei gradi 3 o 4, entrambi molto rari, la casa produttrice sostituisce gratuitamente le protesi indipendentemente dal tempo trascorso dall´intervento chirurgico accertata l´eventuale rottura o deterioramento della protesi, per cui la paziente sarebbe esposta al solo costo come intervento chirurgico dell´equipe operatoria, personale e struttura. Dopo l´intervento vengono lasciate in sede dei drenaggi dai 2 ai 5 gg ed una medicazione post-operatoria elasto compressiva ed un reggiseno sportivo di di supporto. Per una settimana non è consigliato guidare, si ha ha una normale ripresa dell´attività lavorativa dopo 10/14 giorni, si può riprendere con l´attività sportiva dopo 1 mese e la ripresa con movimento dei muscoli pettorali dopo 2/3 mesi. I controlli post-operatori vanno effettuati per il primo mese ogni settimana e poi dal 2 mese ogni 2 settimane e dal 3 mese 1 volta al mese per almeno 1 anno.

Mastoplastica con mastoareolopessi round block o con cicatrice verticale o a T invertita

Questo intervento chirurgico di rimodellamento e restauro del cono mammario si effettua quando sia il complesso areo-capezzolo che la mammella intesa come cute e ghiandola scendono di uno o più centimetri rispetto al solco sottomammario (PTOSI MAMMARIA) per cui è necessario laddove sia conservato il volume( laddove non lo sia è consigliabile effettuare anche un inserimento di protesi) di risollevare il seno ridonando allo stesso un aspetto più naturale. Questo intervento viene effettuato in anestesia locale ed analgo sedazione se non vi sono controindicazioni che richiedano l´anestesia generale, la durata è di circa 2h o 2/30 min si effettua in regime di chirurgia ambulatoriale con ricovero di qualche ora nel post intervento o in regime di one day surgery con una notte di ricovero. In base a quanto sia la discesa del complesso areola-capezzolo e della mammella in toto rispetto al solco sottomammario da un 1 minimo di 1cm ( PTOSI GRADO 1) fino ed oltre i 5 cm ( PTOSI GRADO 5) si praticheranno delle incisioni periareolari e verticali che esiteranno in cicatrici periareolari e verticali, o a incisioni a T capovolta, vale a dire comprendenti l´areola, la branca verticale che dal centro del capezzolo si porta al centro della parte bassa della mammella ed una linea orizzontale che incrocerà questa linea verticale .Non è necessario solitamente posizionare i drenaggi e dopo 2/3 gg si procede alla prima medicazione.e si applica un reggiseno di supporto per 1 mese.

Mastoplastica con lipofilling

Per ottenere un buona forma, posizione, volume e simmetria del seno si può ricorrere qualora le pazienti desiderino l´inserimento di protesi in elastomeri di silicone ricorrere all´utilizzo del grasso autologo. Si procede con un intervento chirurgico in anestesia locale ed anaglgo sedazione in regime di chirurgia ambulatoriale con ricovero di qualche ora o in ricovero di one day surgery con degenza una notte o 12 ore, al prelievo di tessuto adiposo solitamente dalla regione dei fianchi o tramite liposcultura dell´addome, glutei, culotte de Cheval e regione trocanterita. Il grasso prelevato viene fatto decantare, centrifugato , lavato e nuovamente centrifugato e successivamente reimpiantato come innesto adiposo nelle mammelle per avere un aumento di taglia sono necessari dai 150 ai 200 cc di tessuto adiposo. Il grasso impiantato comunque dopo 1 anno va incontro a riassorbimento tra il 70/80% per cui è necessario ripetere l´intervento per avere mammelle di volume apprezzabile, per cui il nuovo grasso innestato si aggiunge a quel 30% rimasto dall´intervento precedente.​


Galleria fotografica Mastoplastica additiva

Video Mastoplastica additiva


Scrivi al medico

Per informazioni, prezzi o per fissare un appuntamento per un consulto su Mastoplastica additiva puoi compilare il form o chiamare al numero di telefono. Sarà mia premura risponderti nel più breve tempo possibile.

Dove ricevo

c/o 4SpA Medical Clinic
Via Nazionale SS. 114
Km. 91/VII - Aci Castello
Catania, Italia

Studio Medico
Viale America, 111
Roma, Italia

c/o Ancos Medica
Corso lodi, 50
Milano, Italia

© Copyright 2017 - Privacy e Cookies policy - Sito web a cura di Trexya.it